Titolo

Primo Carnera, unico italiano campione mondiale dei pesi massimi, conquistò il titolo il 29 giugno 1933 al Madison Square Garden di New York vincendo contro Jack Sharkey.
È ricordato ancor oggi in tutto il mondo come il Gigante buono, il Colosso dai piedi d’argilla: uomo probo e sportivo leale, aveva animo generoso e grandi valori; un lottatore da 2,05 metri per 120 chilogrammi, una forza della natura.
Un’icona del ’900 italiano, il fenomeno di massa che con le masse sapeva entrare in contatto diretto.

La vita
Primo Carnera, bambino dal peso eccezionale (pesava 8 kg), nacque il 26 ottobre 1906 a Sequals.
Il 29 giugno del 1919 Primo emigrò in Francia, iniziò a lavorare prima nell’impresa di costruzioni dello zio, poi in un circo dove lo scoprì il suo primo estimatore, Paul Journée, pugile mediocre ma dall’occhio acuto che lo presentò a Léon Sée, il “vecchio volpone”, come lo definì Primo nel suo Manoscritto ritrovato. Fu la svolta della sua vita.

In Francia Primo mosse i primi passi nell’ambiente pugilistico, ma gli Stati Uniti erano il paese della boxe e così Primo e Léon salparono per New York alla fine di dicembre del 1929. Negli anni seguenti Carnera si divise tra America ed Europa, ci furono i viaggi transatlantici e in seguito i voli aerei.
Anche da questo punto di vista Primo si dimostrò un uomo al passo con i tempi.

A Léon Sée succedette nel 1932 Luigi Soresi, che organizzò l’incontro con l’allora campione mondiale dei pesi massimi, Jack Sharkey: il 29 giugno 1933 Carnera batté Sharkey e diventò il nuovo campione mondiale.
Mantenne il titolo fino al 1934, quando perse l’incontro con Max Baer.

Ritiratosi nel 1938, si sposò nel 1939 e si trasferì successivamente in America dove intraprese la carriera di lottatore di catch e attore.
Questa attività non fu per Primo solamente un lavoro ben remunerato, ma anche una dimostrazione, tra le tante, della sua comprensione di sé come fenomeno mediatico.

Sempre innamorato della sua Sequals, vi ritornò per trascorrere gli ultimi giorni della sua vita: gravemente malato, morì nel 34° anniversario dalla conquista del titolo mondiale dei pesi massimi, il 29 giugno 1967.

Scarica la parte iniziale del volume Logo cliccabile Primo e Carnera
Catalogo realizzato con immagini provenienti dall’archivio fotografico del Comune di Sequals.